Fare la valigia probabilmente è la parte del viaggio che ci piace meno.

Credo che sia per quella leggera ansia che ci pervade ogni volta, dovuta dall’apprensione di dimenticare qualcosa di fondamentale.

Non importa se ormai, dato il numero delle nostre partenze, dovremmo essere in grado di annientare questa sensazione, sono quasi rassegnata al fatto che non ci abbandonerà mai.

IL NOSTRO PERSONALE MODO DI FARE LE VALIGIE.

MOMONDO CHIAMA AMBASSADORS.

Momondo interpella nuovamente i suoi Ambassadors, questa volta per sapere i trucchi per fare una valigia perfetta ed eccoci qua a raccontarvi il meglio (ed il peggio) dei nostri preparativi.

NONSOLOISOLE RISPONDE.

Sicuramente un elemento che non ci aiuta è il tempo, ci riduciamo sempre all’ultimo minuto!

Ci sono persone che iniziano a riempire la valigia già una settimana prima, se siete tra queste sappiate che vi ammiriamo tantissimo!!!

Noi no! Un po’ per la reale mancanza di tempo ed un po’ per la percezione personale del tempo stesso, anche se avessi mezz’ora libera, non so, quattro giorni prima di partire… guai mai! Tanto c’è tempo!

In ogni caso non potrei mai riempire la valigia troppo in anticipo perché poi arriverebbe l’ansia a sussurrarmi nell’orecchio “Ma sei sicura di ricordare bene cos’hai messo nel tuo bagaglio?”

E niente, nel tempo mi sono rassegnata ad accettare il fatto che facciamo parte del gruppo di quelli che le valige le fanno all’ultimo minuto, punto.

Non c’è verso.

Isacco ha le idee più chiare quindi impila i suoi vestiti e li inserisce in blocco nel suo bagaglio. Finito!

Io nel frattempo sono ancora lì a contemplare il mio armadio e per fortuna non ho tanti vestiti altrimenti sarei ancora lì davanti quando viene annunciato l’imbarco!

Il fatto di non avere a disposizione le mie cose ogni tanto mi destabilizza… come se partissi per posti dove non esistono negozi o supermercati!

Della serie “se sbagli sarai spacciata per tutto il viaggio!”

Se farà freddo? E se c’è vento? Se piove? Se piove con il sole?

Allora prendo in massa i miei vestiti, li metto sul letto, penso alle varie combinazioni ed una volta decise metto via ciò che non mi serve ripiegando nuovamente ciò che ho deciso di portare con me… anche se era già piegato!

Una tecnica che mi ruba ore preziose di sonno e più si fa tardi, più il mio pensiero rallenta ma non importa, tanto le recupererò in aereo!

Ognuno ha le proprie manie.

10 CONSIGLI PER FARE LA VALIGIA.

Ok, ammetto che la premessa non ispira fiducia ma vi posso garantire che l’unico ostacolo della valigia sono i vestiti, per il resto andiamo a bomba!

Perciò ecco i nostri 10 consigli per fare una valigia perfetta.

1) CREA UNA LISTA.

Prendete un foglio ed attaccatelo al frigorifero oppure utilizzate una lavagna e create la vostra lista delle cose da NON dimenticare.

Dividetela in due parti: da una parte ci sarà l’elenco delle cose che servono ma che avete già e dall’altra le cose da comprare.

Fate mente locale sul tipo di viaggio che farete e su eventuali escursioni. Prendete nota ogni volta che leggerete o sentirete un consiglio che riterrete utile.

2) VESTITI, QUALI PORTARE?

Proprio perché non si può disporre di tutto l’armadio avendo limiti di spazio e di peso, sarà necessario fare una cernita dei vestiti.

Una cosa l’abbiamo imparata tutti: per quanti vestiti ci portiamo dietro non li metteremo mai tutti, anzi, mettiamo sempre le stesse cose! O sbaglio?

Qualunque sarà la vostra destinazione una volta arrivati vinceranno sempre i vestiti comodi e pratici.

Tenete uno spazio piccolissimo per le variabili climatiche, se andate al mare portate comunque una felpa oppure una giacchetta antivento per sicurezza.

Anche se sarà caldo l’aria potrebbe rinfrescarsi la sera oppure potreste averne bisogno in barca se avete in programma delle escursioni con rientro nel tardo pomeriggio.

3) ORGANIZZARE GLI SPAZI NELLA VALIGIA.

Solitamente metto da una parte vestiti, gonne e pantaloni e dall’altra magliette, canotte e felpe.

In questo modo so sempre dove mettere le mani quando cerco qualcosa.

Tra queste due “colonne” metto sempre il mio beauty case, non avendo una valigia rigida ho la necessità di proteggere le cose che rischiano di rompersi con gli urti che subirà il bagaglio.

4) UN TRUCCO PER PIEGARE I VESTITI.

Un ottimo trucco che abbiamo appreso durante il nostro ultimo viaggio è su come piegare i vestiti.

Nel caso specifico parliamo di pantaloni, un’idea molto furba che ci ha insegnato un nostro caro amico.

Si tratta di arrotolare i pantaloni formando un cilindro, in questo modo occupano meno spazio e non si rischierà di sgualcire gli altri vestiti quando li andrete a tirare fuori (spesso può diventare un’operazione complicata quando si ha la valigia piena!).

Altro consiglio, mettete gli indumenti più delicati sempre in cima agli altri e buona fortuna.

Bisogna sempre sparare che la valigia non verrà shakerata eccessivamente.

5) OTTIMIZZATE TUTTI GLI SPAZI.

Dentro alle scarpe o alle pinne (se come noi vi portate dietro l’attrezzatura per fare snorkelling) c’è uno spazio utile e dimenticato.

Potreste metterci dei calzettini, pacchetti di fazzoletti o qualsiasi cosa di piccolo taglio.

Questa è un’azione utile anche per evitare che si sformino, come con i cappelli, avete mai pensato di riempirli con un paio di magliette?

6) COSA METTERE NEL BAGAGLIO DA STIVA.

O meglio, cosa NON mettere.

Cercate di ricordare alcune regole: no materiali infiammabili, no batterie ed a seconda della destinazione anche no cibo anche se ben sigillato.

Informatevi preventivamente sul sito della Compagnia Aerea dove avete prenotato il vostro volo per non dover essere costretti a lasciare qualcosa in aeroporto.

7) COSA METTERE NEL BAGAGLIO A MANO.

La regola dei liquidi ormai la sanno anche i muri ma la ripetiamo perché ai controlli vedo ancora gente che si stupisce di non poter portare con sé bottiglie di acqua o di alcol.

Dotatevi di una busta trasparente (dimensione massima 20×20 cm) con una zip richiudibile dove poter riporre i vostri liquidi. Ormai si trovano ovunque, potrete comprarle in profumeria, al supermercato o su Amazon.

Al suo interno è consentito trasportare i liquidi in piccoli flaconcini da 100ml ciascuno, 10 al massimo.

Un litro a persona in poche parole.

Sono considerati liquidi anche le creme, la schiuma da barba, gel e dentifricio.

Oltre ai liquidi ed agli oggetti delicati che vorrete tenere in salvo come phon, piastra, tablet, macchina fotografica, etc… pensate a farci stare anche un cambio di vestiti.

Questo nella malaugurata ipotesi che vi perdano il bagaglio che avete stivato (speriamo proprio di no!).

8) EVITARE NOIE DA PERDITA DEL BAGAGLIO.

C’è chi è previdente organizzando il bagaglio da stiva in maniera pensata per evitare ogni possibile disagio.

Se viaggiate in due potreste dividervi i vestiti tenendo nella vostra valigia metà dei vostri e metà del vostro compagno di viaggio.

Sperando che non vengano smarrite entrambe!

9) L’UTILITA’ DEI SACCHETTI.

Anche se pensate di non averne bisogno portatene almeno un paio.

Sicuramente vi saranno utili per metterci la roba sporca tenendola separata dai vestiti ancora puliti.

Se avete in previsione di fare trekking o qualsiasi attività dove potreste sporcare le scarpe e non avrete tempo o modo di lavarle, chiuderle in un sacchetto può essere una buona soluzione per non contaminare il resto.

10) BEAUTY CASE IN SALVO.

A volte, nel trasportarli, alcuni flaconi si aprono anche se abbiamo cercato di proteggerli il più possibile.

Per evitare di combinare un disastro dentro al vostro beauty potreste giocare d’astuzia ed adottare questo trucco sui flaconi non più sigillati.

Svitate il tappo, appoggiate un quadratino di pellicola nella sua apertura e richiudete. In questo modo anche se si aprirà il tappo non dovrebbe fuoriuscire neanche una goccia di prodotto.

Per essere sicuri al 100% mettete i flaconi a rischio dentro ad un sacchettino, non c’è niente di più noioso di dover pulire il beauty e tutto il suo contenuto da shampoo o altro.

NON TEMETE, ANCHE SE DIMENTICHERETE QUALCOSA NON E’ LA FINE DEL MONDO.

Abbiamo affrontato questo argomento prendendoci un po’ in giro ma scherzi a parte, anche se vi dimenticherete qualcosa non è poi la fine del mondo.

Salvo casi particolari, potrete trovare praticamente tutto una volta arrivati a destinazione.

L’importante è che mettiate in valigia i passaporti ed eventuali visti se richiesti, per il resto c’è sempre rimedio!

Se l’argomento vi ha fatto venire voglia di partire cercate la vostra prossima destinazione sul sito di Momondo.

Raccontateci i vostri trucchi per fare la valigia nei commenti, siamo curiosi di leggerli!