QUANDO INIZIA IL VIAGGIO?

Siamo in molti a pensare che il viaggio inizia dal momento in cui si è battezzata una meta.

Iniziamo a consultare le guide, a studiare le mappe, a stilare liste delle cose da vedere ed a fantasticare su come sarà.

Ma qual è l’esatto momento in cui iniziate a gustare il viaggio?

Per noi è quando troviamo posto in aereo.

Ci sistemiamo nella nostra seduta “arredandola” con quel poco che ci potrebbe servire per il tempo del nostro volo.

Se poi si tratta di un volo lungo ed abbiamo a disposizione uno schermo davanti, curiosi come bambini, iniziamo subito a scorrere ciò che il menù offre.

Capita di salvare una lunga lista di film con i migliori intenti di guardarli tutti, anche se sono in lingua straniera, anche se sappiamo che come al solito dormiremo per quasi tutto il viaggio!!!

In viaggio verso le Turks & Caicos

LA MAGIA DEL VIAGGIARE IN AEREO.

Ah, che bello viaggiare in aereo!!!

C’è il momento della partenza, dei nasi incollati al finestrino ad osservare il mondo che si fa piccolo che, anche se è l’ennesima volta che prendiamo un aereo, rimane sempre un momento incantevole.

E poi, una volta superate le nuvole, indossiamo le nostre cuffie, sistemiamo i mini cuscini dietro la schiena, ci togliamo le scarpe e spingiamo su “Play”, con un occhio sempre vigile sul lato del corridoio per non perdere neanche una briciola di ciò che serviranno da mangiare!

Ma a volte non è proprio così fantastico come vi abbiamo appena descritto.

In viaggio verso la Nuova Zelanda e le Isole Cook

MA E’ SEMPRE MAGIA?

Potrebbero esserci delle variabili a determinare se il nostro volo sarà perfetto o meno, cose che vanno oltre alla Compagnia aerea, alle turbolenze, etc… è il fattore “vicino di posto”!

E così, dopo qualche esperienza, abbiamo pensato in modo molto ironico di stilare una lista dei peggiori vicini di volo che potrebbero capitare.

Prima di iniziare ci teniamo ad informarvi che durante le nostre esperienze nessun viaggiatore è stato maltrattato.

Ma cosa più importante, questo post va inteso con tanta ironia, non è nostra intenzione offendere nessuno, magari anche noi potremmo avere caratteristiche discutibili degne di una top 10 simile a questa!

Ma ora, rullo di tamburi… la nostra lista delle 10 persone che non vorresti come vicino di volo!

Verso Aitutaki

10 TIPI DI PERSONE CHE NON VORRESTI AVERE COME VICINI DI POSTO IN AEREO.

1- L’INGOMBRANTE.

Vi è mai capitato di trovarvi nel posto in mezzo e non poter disporre neanche di un bracciolo perché è già stato occupato da entrambi i vicini?

Il massimo è quando nell’addormentarsi la testa di uno dei due cade sulla vostra spalla, speriamo non ad entrambi!

Oppure di trovarvi seduti dietro ad un passeggero che ha il sedile reclinato in modo permanente? Ma non perché si è addormentato ma perché ha deciso così e punto.

Se siete in un aereo con le sedute strette non vi rimane che rassegnarvi e mangiare con il vassoio praticamente in bocca.

Se ci pensate c’è un lato positivo, meno fatica nel portare la forchetta alla bocca e rischio quasi azzerato di sporcarsi!

2- IL PAUROSO.

Ci sono momenti delicati in un viaggio in aereo, ad esempio quando si attraversano delle turbolenze.

Ci impegnamo tantissimo, quando l’aereo fa dei salti imprevisti, ad apparire sereni.

Non sappiamo se per voi valga la stessa cosa, vi giuriamo che ci richiede uno sforzo immenso non entrare in paranoia.

Qual è il piano? Tentare di azzerare le preoccupazioni cercando di distrarsi con qualunque cosa.

Ma se il vicino inizia a sudare o ad esternare i suoi peggiori pensieri non ci aiuta proprio!

Le paranoie sono contagiose in aereo!

Che fare quindi? Proviamo a distrarlo con le prime domande che ci vengono in mente, molte volte anche insensate.

Se ci riusciamo è un successo altrimenti non ci rimane che incrociare le dita e sperare che quel momento passi in fretta.

3- L’INCONTINENTE (lato finestrino).

Intendiamoci, sappiamo che il posto dal lato del finestrino è tra i più ambiti ma se sai che ti alzerai per andare in bagno moooolto spesso, perché scegli proprio quello?

Se ti è stato assegnato e quindi non è colpa tua ti perdoniamo.

Sorvolando sugli atolli maldiviani

4- IL CHIACCHIERONE.

Premettiamo che scambiamo sempre qualche parola con i nostri vicini di volo, non solo per circostanza, ma perché a volte è davvero piacevole.

In fondo stiamo condividendo una parte di viaggio e molte volte si rivelano essere fonti preziose di consigli sul posto dove stiamo per andare.

Altre volte invece è curioso sapere chi sono e perché si stanno spostando.

Ma quante parole diventano “troppe parole”?

Ecco, se il vostro vicino sta tentando di indossare le cuffie da un’ora ma viene interrotto dalle vostre domande, oppure se annuisce senza più rispondere, potrebbe essere un chiaro segnale.

5- I GRUPPI.

A proposito di chiacchieroni, c’è una categoria che riesce ad andare oltre: i gruppi!

Quelli che fanno dell’aereo il loro salotto personale e per tutto il volo parlano a voce alta (a volte anche se sono distanti) ridendo sguaiatamente senza preoccuparsi degli altri.

Per carità, l’allegria è anche contagiosa, ma state condividendo un piccolo spazio con tanta altra gente, siete sicuri che tutti abbiano voglia di sentirvi?

6- IL FRETTOLOSO.

Chi ha preso un aereo sa che è pressoché inutile alzarsi appena l’aereo si ferma.

La libertà deve attendere ancora un po’.

Si devono fissare le scale al veivolo, aprire il portellone ed aspettare che inizino ad uscire le persone davanti a noi.

Sembra elementare ma invece no!

Non c’è niente da fare, c’è sempre qualcuno che si affretta, che ti deve scavalcare e che poi, per forza di cose, rimane fermo mezzo metro più in là, magari con il bagaglio a mano in prossimità della faccia di qualche altro passeggero.

Il paradiso delle guide di viaggio!!!  (Aeroporto Sydney)

7- L’INTARANTOLATO.

Parliamo sempre di voli a lunga distanza, la pace in questi casi è davvero essenziale.

E l’intarantolato non facilita le cose.

Definiamo “intarantolato” colui che si muove in continuazione perché non trova la posizione (massima comprensione, stare seduti per ore ed ore alla lunga non è una cosa semplice),

Rientrano anche nella categoria coloro che si alzano spesso per qualsiasi motivo: o dimenticano di continuo qualcosa nel bagaglio riposto nella cappelliera o sentono spesso l’esigenza di alzarsi per fare una “passeggiata”.

Capiamo anche loro, vi siamo vicini!

8- L’AMANTE DELLE SPEZIE.

Ci sono persone che per gusto o per cultura mangiano cibi ricchi di spezie, aglio e/o cipolla in grande quantità.

Nulla da dire, anzi, insaporiscono tantissimo le pietanze.

Solo che accade che quando c’è un’assunzione eccessiva di questi cibi, oltre all’alito, anche la pelle trasuda un certo odore.

Per chi non è abituato questo odore è di difficile respirazione ma anche se non siete raffreddati non temete, questo è solo per il primo momento, dopo l’olfatto si abitua!

9- QUELLO CHE SI SENTE MOLTO A SUO AGIO.

C’è anche chi si sente molto a suo agio da dimenticarsi di essere circondato da sconosciuti.

Tanto da lasciarsi andare in suoni, gesti ed emanazione di odori (altri tipi di odori rispetto agli amanti delle spezie) non proprio da galateo.

Ma soprassediamo, crediamo di aver reso l’idea.

10- IL FURBO.

Questa è davvero la categoria peggiore di tutti, quella con la quale entriamo sempre in competizione!!!

(Sarà mica che ne faremo parte???).

Parliamo sempre di voli internazionali, quelli che durano ore ed ore.

Quelli dove speri nella scena da sogno in cui per via di un overbooking vieni sistemato in business (c’è a chi è capitato, a noi mai!!!).

Oppure, situazione più reale rispetto alla prima, speri che il volo non sia pieno per poterti accaparrare un’intera fila da 3 posti per poterti stendere.

Una volta saliti in aereo li riconosci subito perché sembrano seduti e rilassati ma in realtà stanno aguzzando la vista con uno sguardo a 360° per individuare quali posti rimarranno liberi.

Quando hanno la certezza che non salirà più nessuno non rimane loro che scegliere quale strategia adottare: occupare subito i posti liberi oppure aspettare la fase di decollo per lo spostarsi?

Dipende… in ogni caso, che vinca il migliore!

Business class improvvisata

Se siete riusciti ad arrivare fino in fondo al post vi chiediamo un’altra immensa cortesia.

Per favore, se siete tra le persone che applaudono quando atterra un aereo, ti scongiuriamo, perdete questa abitudine!

TI PIACE LEGGERE?

Se invece siete persone che amano leggere in aereo, vi lasciamo una lista di libri a tema viaggio dalla quale potete prendere spunto.