Nonostante il particolare momento economico che sta caratterizzando il nostro Paese da qualche anno a questa parte, potendo scegliere, se c’è una cosa alla quale facciamo fatica a rinunciare sono le vacanze.

Che siano al mare o in montagna, in giro per il Belpaese oppure oltre confine, stando ad una stima riportata su un articolo del “Sole 24 Ore” ad inizio estate, gli italiani che hanno prenotato una vacanza sono il 61%, più della metà.

In tanti partono ma sono ancora in pochi a preoccuparsi di mettere in valigia una polizza che li protegga contro qualsiasi tipo di imprevisto.

Rispetto al resto dell’Europa in Italia non abbiamo ancora una cultura che propende ad assicurarci, se non quando è obbligatorio.

Per questo motivo ma anche perché ci si fissa spesso l’obiettivo di voler risparmiare il piu’ possibile, ecco che tagliamo fuori una delle possibilità che in alcune situazioni potrebbe salvarci.

LE TENDENZE.

La tendenza ad assicurarsi, quando si parla di viaggi, molto spesso dipende dalla meta.

Un pensiero in questo senso spesso lo si fa quando si devono raggiungere mete lontane a rischio oppure quando sappiamo già in partenza che le eventuali spese mediche sono molto elevate.

Secondo i dati di vendita ci si assicura soprattutto se si devono raggiungere Usa, Canada, Thailandia, Marocco e Russia.

Quest’ultima impone al viaggiatore di sottoscrivere una polizza come condizione obbligatoria per ottenere il visto.

Da poco anche il Giappone è entrato a far parte tra le mete di chi intende sottoscrivere una polizza viaggi.

Skyline di Manhattan, New York.

LE COPERTURE PIU’ RICHIESTE.

Una polizza base solitamente comprende sempre le spese mediche e la copertura sul bagaglio alle quali si possono aggiungere anche altre coperture tra cui la responsabilità civile per danni alle cose o a terzi.

Copertura di non poco conto è anche l’annullamento del viaggio e collegata ad essa debutta l’opzione revoca ferie.

Basti solo pensare ai termini rigidi delle compagnie low cost per quanto riguarda la modifica delle date del viaggio, assicurarsi in questo senso significherebbe dormire sonni tranquilli anche quando cogliamo un’occasione al volo molti mesi prima della partenza.

Per completare la classifica delle coperture più o meno richieste, tra quelle meno gettonate vediamo la protezione contro gli attacchi terroristici, nonostante gli eventi di cronaca nera che hanno occupato la prima pagina.

In volo verso Ayers Rock, Australia.

QUALE COMPAGNIA SCEGLIERE.

I competitor sono ormai numerosi e spesso ci si affida basandosi sulla reputazione e popolarità di una compagnia piuttosto che un’altra.

In questo post vogliamo farvi conoscere InterMundial, una compagnia spagnola che opera in questo campo dal 1994.

InterMundial da 25 anni a questa parte, oltre a proteggere i viaggiatori, studia costantemente il modo di superare le aspettative puntando a creare un pacchetto di polizza viaggi tra i migliori sul mercato.

Visitando il loro sito vi accorgerete subito che le opzioni studiate sono mirate a soddisfare ogni esigenza.

Oltretutto se siete viaggiatori indipendenti, abituati ad un’organizzazione in completa autonomia, sarà apprezzabile la modalità con la quale si può richiedere un preventivo.

Le coperture sono spiegate in modo talmente semplice ed esaustivo da essere alla portata anche di chi di questi argomenti non ha mai sentito parlare.

Date un’occhiata subito e richiedete in pochi istanti il preventivo per il vostro prossimo viaggio proprio ora.

LA POLIZZA VIAGGI DI INTERMUNDIAL.

Visitando il sito di InterMundial si puo’ apprezzare fin da subito la sua fruibilità, in fin dei conti più una cosa è semplice e più aumenta la volontà di approcciarsi ad essa.

I pacchetti sono stati creati e pensati per ogni tipo di viaggio ed in tutti i casi è possibile trovare 3 sezioni:

un riassunto che spiega per quale tipo di viaggio è dedicato un determinato pacchetto;

l’elenco dettagliato delle coperture;

le opinioni di chi si è assicurato con InterMundial durante i suoi viaggi.

Il tutto è molto esaustivo e non verrete mai presi dall’ansia di dover fare una cosa così importante da soli.

I PACCHETTI AD HOC PER OGNI VIAGGIO.

Innanzi tutto si puo’ scegliere il periodo per il quale assicurarsi, se viaggiate spesso forse potrebbe convenire una copertura annuale.

Per i viaggi singoli, di durata inferiore ai 90 gg, vi affiderete a Totaltravel o a Totaltravel Mini, a seconda dei massimali che sceglierete.

Troviamo davvero geniale, in entrambi i casi, la possibilità di estendere la copertura alle attività sportive.

Anche se si è in vacanza e ciò che si desidera molto spesso è solo rilassarsi sappiamo che è comunque facile includere un po’ di sport durante le giornate, che sia una partita a beach volley, del trekking o un’immersione.

Vi ricordate quando abbiamo parlato del connubio tra lo sport ed i viaggi?

E gli altri pacchetti di InterMundial?

Gocruise è dedicata ai viaggi in crociera e protegge sia a bordo che a terra.

Gostudy invece è stata studiata per chi parte per una vacanza studio.

Gli sportivi possono affidarsi invece a Totalsports (comprende più di 100 attività sportive) e Wintersports, per gli sport invernali.

In poche parole esiste un pacchetto per ogni tipo di viaggiatore!

Leggi i nostri consigli su come organizzare una settimana bianca.


Immersioni in Madagascar.

FINALMENTE UNA POLIZZA VIAGGI A PORTATA DI MANO.

E’ davvero il caso di ribadirlo, adoriamo il modo veloce e chiaro con il quale ci siamo approcciati a questo sito.

Per noi viaggiatori indipendenti è essenziale la semplicità poichè non abbiamo nessun intermediario o esperto in materia a fare da tramite.

E diciamolo, non sempre si è ferrati su tutto soprattutto quando si tratta di un argomento del quale non ci si è mai interessati prima.

Quindi anche chi è alle prime armi riuscirà in pochi istanti a richiedere un preventivo, niente paura.

Madonna di Campiglio… nient’altro da aggiungere.

COSE DA RICORDARE.

Una polizza viaggi è acquistabile fino al giorno prima della partenza oppure direttamente nel momento in cui effettuate la vostra prenotazione.

Conservate sempre tutte le fatture e le ricevute per poter richiedere il rimborso spese, senza di quelle la compagnia non potrà restituirvi l’ammontare delle spese sostenute.

Portate sempre con voi un estratto di polizza da poter consultare in qualsiasi momento, presi dal panico a volte ci si potrebbe dimenticare di alcuni dettagli della polizza assicurativa stipulata.

Salvate anche i numeri utili, è possibile richiedere un’assistenza telefonica che vi guiderà in caso di necessità.

QUALCHE INFORMAZIONE UTILE IN CASO DI CANCELLAZIONE O RITARDO DEI VOLI.

Una polizza viaggi vi può aiutare anche in caso di ritardo, overbooking o cancellazione di un volo aereo.

Non dimenticate che in questi casi avete dei diritti perciò, se dovesse capitare, niente panico e richiedete una consulenza telefonica.

La caotica Hong Kong.

LA NOSTRA ESPERIENZA.

A noi ad esempio è capitato in Australia, nel caldissimo deserto di Ayers Rock.

Il nostro volo ha tardato di oltre 3 ore e vi garantiamo che nessuna compagnia aerea in un caso simile verrà a ricordarvi quali potrebbero essere i vostri diritti.

In quel caso l’opzione poteva essere prendere il primo volo disponibile ma  abbiamo rifiutato, avremmo dovuto fare uno scalo in più e questo comportava un’ulteriore perdita di tempo.

Abbiamo deciso quindi di aspettare che sistemassero il guasto al nostro aereo ed in questo caso abbiamo potuto usufruire di un buono per il pranzo.

Una volta tornati a casa abbiamo inviato un reclamo alla comoagnia aerea ed abbiamo ottenuto uno sconto sull’acquisto di un volo a risarcimento del danno subito.

Ma ripetiamo… in un caso simile non sempre le compagnie aeree vi potrebbero ricordare i vostri diritti.

Siamo anche noi a favore del risparmio ma se possiamo darvi un consiglio da amici fate anche solo un preventivo, magari la polizza potrebbe costare meno di quello che pensate.

E comunque sia viaggiare al sicuro sentendosi protetti da una sensazione impagabile.

In quad a Nosy Be, Madagascar.