L’elemento costante che accomuna tutti i miei viaggi è la ricerca di punti panoramici da dove poter osservare i paesaggi dall’alto.

Una volta raggiunta la cima non posso esimermi dall’immortalare lo spettacolo che mi circonda.

Sono un’amante delle foto panoramiche per diverse ragioni: trovo affascinanti i paesaggi e la visione di un posto nel suo insieme ma probabilmente il motivo principale, non avendo tanto il senso dell’orientamento (si, lo ammetto), è che dall’alto mi sembra tutto più chiaro.

E’ come osservare una cartina geografica ma dal vivo!

La ricerca dei punti panoramici a Copenaghen non mi ha per niente deluso tanto da decidere di dedicare a questo argomento un post.

Da dove ammirare Copenaghen dall’alto?

Ho trovato diversi punti panoramici, alcuni a pagamento ed altri con libero accesso.

Per semplicità li suddivido per zone in modo da rendere più semplice l’inserimento di una o più tappe nel vostro itinerario.

Non dimenticate di leggere anche cosa fare a Copenaghen senza spendere un soldo!

Punti panoramici zona Tivoli.

I più divertenti, Tivoli Gardens.

Sicuramente Tivoli farà già parte del vostro itinerario (a meno che non sia chiuso, controllate sul sito i periodi di apertura).

Avrete la possibilità di guardare la città dall’alto con un pizzico di adrenalina in corpo da più di una giostra.

Per chi, come me, di questa adrenalina può farne a meno si può limitare alla classica ruota panoramica, non c’è bisogno di esagerare!

Copenaghen e Tivoli dall’alto.

All’ultimo piano del museo NY Carlsberg Glyptotek si arriva ad un terrazzo che si affaccia sulla città e sulla sua meravigliosa cupola.

Rimane di fianco ai Giardini di Tivoli, l’ingresso costa 95 dkk (12-13 €) ma il martedì è gratis.

Se il clima rende scivoloso il pavimento (pioggia, ghiaccio) purtroppo l’accesso non è consentito.

Punti panoramici a Slotsholmen.

Sono due ed entrambi gratuiti.

La prima è la torre di Christiansborg Slot, non fatevi scoraggiare dalla fila perchè scorre abbastanza velocemente.

Tenete in considerazione il fatto che quando fa freddo le persone non sosteranno a lungo in cima alla torre a meno che non vogliano congelare.

Pazientate in fila perché arriverà presto il vostro turno.

La biblioteca Det Kongelige ed il suo Diamante nero sono abbastanza alte per farvi godere di una visuale dall’alto, se siete in transito con destinazione Christiania andate a curiosare.

Punti panoramici zona Stroget.

Il Quartiere Latino dall’alto.

Siamo nel centro storico di Copenaghen.

La torre rotonda Rundetarn è già bella vista dal basso, perché non visitarla anche dall’interno?

Costa solo 25 dkk, con poco più di 3€ avrete l’onore di osservare questo splendido quartiere dall’alto.

Visita guidata con vista.

Anche dalla torre del Radhus (municipio) si gode di una bellissima vista.

Si può raggiungere la cima solamente prenotando una visita guidata (30 dkk, circa 4€), gli orari sono fissi, meglio controllare prima (ore 11 e 14 lun-ven, ore 12 sab, gruppi piccoli).

Consiglio una visita alla hall del Radhus e se siete fortunati come me incontrerete una coppia di neo sposi che si è appena scambiata le promesse. 

I punti panoramici di Christiania.

Probabilmente la Vor Frelsers Kirke ha la torre più bella di tutta Copenaghen.

La particolarità di questa torre è la sua forma a spirale.

Vi avverto, gli ultimi gradini della scala a chiocciola sono all’aperto (circa 150 m).

Salire i 400 gradini che vi portano in cima costa 65 dkk, quasi 9€.

Vista dall’alto a nord di Copenaghen.

Se arrivate fino a Kastellet prendetevi il tempo per passeggiare lungo i suoi bastioni.

Sarete abbastanza in alto da avere l’idea di dominare la città, d’altronde questa era una fortezza un tempo, ma non abbastanza per avere una visuale completa.

Qui sorge un antico mulino a vento ed è uno dei siti storici più suggestivi della città. 

Da Kastellet potrete intravedere l’ultimo punto panoramico che vi consiglio, Marmorkirken (chiesa di marmo).

E’ riconoscibile dalla sua meravigliosa cupola ispirata a San Pietro.

L’ingresso alla cupola costa circa 35 dkk (quasi 5€) ed è consentito tutti i giorni nel periodo estivo, solo il sabato e la domenica il resto dell’anno (sempre alle 13).

Bonus finale.

A te che hai avuto la pazienza di leggere tutto l’articolo e che hai deciso di fidarti dei miei consigli voglio fare un regalo, anzi 2!

I miei luoghi preferiti a Copenaghen.

Gli angoli di Copenaghen che ho davvero adorato, oltre all’intero quartiere Vesterbro, sono 2.

Vangsgaards antikvariat, la libreria più vintage a Copenaghen. 

Contiene una quantità di libri da far girare la testa! 

Due poltrone ed un camino creano l’atmosfera giusta da renderlo uno dei miei posti del cuore.

The social corner board game cafè, un bar con una collezione infinita di giochi da tavolo.

Atmosfera hygge garantita!

Entrambi i posti si trovano nel quartiere latino, in Fiolstraede.

Percorrete tutta la via a questo punto!

Non il solito shopping.

Se volete portare a casa un pezzetto di Copenaghen vi consiglio 3 posti:

Poster And Frame per illustrazioni da appendere al muro;

Illums Bolighus, è un negozio che vende articoli per la casa, oggettistica varia e calamite (lo trovate anche in aeroporto);

Arnold Busck, è una libreria a 3 piani con angolo bar (e già qui…), belle le cartoline e le calamite.

Se non sapete come unire tutte questi consigli sotto forma di itinerario vi aiuto io!

Ecco cosa vedere a Copenaghen in 3 giorni.