Le isole Fiji sono sinonimo di mare da favola, su questo non si discute.

Le sue 300 isole da cartolina decorate da palme, spiagge bianche ed una coloratissima barriera corallina potrebbero farvi pensare che siano tutte uguali ma non è così.

QUALE ARCIPELAGO DELLE ISOLE FIJI SCEGLIERE.

In realtà l’isola principale di Viti Levu e la meno citata Vanua Levu offrono possibilità diverse oltre alla vita da mare, come ad esempio la scoperta del loro entroterra.

I paesaggi sanno essere anche ben diversi dall’immaginario collettivo delle Fiji, qui come nell’isola principale di Suva.

Ovviamente chi ama lo spirito più avventuriero avrà da divertirsi considerando che nella parte più ad est ci sono isolette meno abitate e più selvagge.

Chi prenota per le Isole Fiji tramite agenzia o siti di viaggio sicuramente verrà dirottato invece sull’arcipelago delle Yasawa e Mamanuca.

Il turismo di massa qui è ben organizzato e negli anni ha fatto sorgere più strutture in questo arcipelago che nel resto del paese.

Senza ombra di dubbio sarà più semplice organizzare un viaggio in maniera indipendente qui rispetto a zone più remote.

Sta in voi decidere, niente è impossibile.

Fiji Time, questo orologio spiega senza tanti giri di parole il ritmo della vita su queste isole.

QUANDO ANDARE ALLE ISOLE FIJI.

Una volta battezzata la parte di paradiso da raggiungere decidete quando partire in base alle stagioni favorevoli.

Il periodo migliore per raggiungere le Fiji durante la stagione più secca e meno umida che va da maggio ad ottobre.

I mesi da luglio a settembre sono in assoluto i migliori ma non sono da escludere anche i mesi di transizione, maggio ed ottobre, unico rischio è mettere in conto qualche giorno di pioggia.

Questa è la regola generale, c’è da dire però che i cambiamenti climatici stanno leggermente modificando le stagioni.

Con questo intendiamo dire che potreste avere la fortuna di avere giornate di sole anche durante la stagione delle piogge o che quest’ultima si protragga oltre il suo termine come è successo a noi.

A maggio infatti, durante la nostra prima settimana di vacanza, ci ha fatto compagnia qualche giorno di pioggia, pochi per fortuna.

VISTI E VACCINI.

Per un soggiorno turistico fino ai 120 giorni non è necessario alcun tipo di visto.

Controllate la scadenza del vostro passaporto che dovrà avere almeno 6 mesi di validità.

Non è previsto l’obbligo di nessun vaccino in particolare.

FUSO ORARIO.

Le isole Fiji sono praticamente dalla parte opposta del globo rispetto all’Italia perciò il fuso orario è di 11 ore in avanti (ora solare).

RAGGIUNGERE LE ISOLE FIJI.

Raggiungere le Fiji significa affrontare un viaggio lunghissimo.

Noi l’abbiamo affrontato a bordo di un velivolo della Cathay Pacific affrontando un numero infinito di ore di volo.

Quasi 22 per l’esattezza, 11 ore e mezza da Milano ad Hong Kong e le restanti 10 ore per arrivare fino all’aeroporto di Nadi, la capitale delle Fiji.

Senza considerare il lungo scalo ad Hong Kong, 10 ore.

Pro: lo scalo lungo vi darà la possibilità di visitare Hong Kong, 2 mete in un solo viaggio quindi!

Contro: se volerete in economy non riposerete mai bene e, complice il fuso orario, mettete in conto che non avrete così tante energie da fare lunghe scarpinate.

Non esagerate nell’organizzazione di un itinerario, visitare l’essenziale sarà già un bel regalo.

Tenete conto che non avrete molto tempo per orientarvi, poche cose ma fatte bene senza il rischio di perdere il volo successivo.

Noi ad esempio volevamo spaccare il mondo e visitare l’impossibile, com’è finita?

Abbiamo fatto quello che abbiamo potuto, il che comprende anche un pisolino sull’autobus turistico!

Come dovevamo fare? Ci si chiudevano gli occhi e l’autobus era così rilassante!!!

Tornando alle cose utili da sapere, una volta atterrati nella capitale Suva, fate in modo che ci sia qualcuno a venirvi a prendere.

Con 32 ore di viaggio sulle spalle avrete bisogno di qualcuno che si occupi di voi.

GLI ALLOGGI NEGLI ARCIPELAGHI YASAWA E MAMANUCA.

Gli alloggi in questi due arcipelaghi possiamo riunirli unicamente sotto la categoria dei resort.

Non fatevi trarre in inganno da questa parola, all’interno dei resort si può scegliere tra vari tipi di sistemazioni, più o meno economiche.

In alcuni resort c’è addirittura una zona adibita ad ostello.

Per questo le isole Fiji sono frequentate anche da molti giovani provenienti dall’Australia e della Nuova Zelanda che decidono di passare qui le loro vacanze.

In molti resort l’atmosfera sarà divertente e per niente noiosa!

Ci sembra banale dirlo, prenotate sempre in anticipo.

Arrivare su un’isola e trovare tutte le strutture al completo potrebbe essere un problema.

Volete sapere dove abbiamo alloggiato?

Leggete il nostro tour tra le Yasawa e le Mamanuca.

BULA!

Ecco ciò che sentirete spesso se deciderete di andare alle Fiji.

BULA significa ciao o benvenuto forse in uno dei posti che meglio ci ha fatto sentire in vacanza, lontano da tutto e tutti.

Ecco perché non dimenticheremo mai questa parola.

Non dimenticate di ricambiare il saluto!

IL POPOLO DELLE ISOLE FIJI.

Gli abitanti delle Fiji sono persone sorridenti e pacifiche, non possiamo di certo generalizzare ma affermiamo con certezza di non aver mai avuto problemi.

Come in ogni isola tropicale che abbiamo visitato anche qui il ritmo che si respira è lento, lasciatevi abbandonare ad esso.

Il popolo delle Fiji vive soprattutto grazie al turismo ed alla pesca, se avrete bisogno di un appiglio per attaccare bottone parlate di rugby, è uno sport molto seguito (e praticato).

COME SPOSTARSI TRA LE YASAWAS E LE MAMANUCAS.

La cosa che abbiamo trovato davvero eccezionale è il mitico catamarano giallo dell’Awesome Adventures Fiji.

E’ una barca di grandi dimensioni con un bar al suo interno che offre un servizio di trasporto giornaliero tra i resort e le strutture principali nell’arcipelago delle Yasawa e Mamanuca.

Come un taxi boat!

Risolve un bel problema per chi ha la curiosità di esplorare più di un’isola!

Questo servizio è il principale mezzo di trasporto ed è davvero comodo e facile da usare.

E’ possibile acquistare i biglietti per le singole tratte oppure i Bula Pass per la durata della vostra vacanza.

Consigliamo i pass a chi ha intenzione di organizzare un divertente island hopping e prevede di utilizzare più volte il servizio.

In questo modo potrete salire e scendere dalla barca gialla anche solo per passare una giornata sulle isole che più vi attirano senza pernottare.

Se la vostra intenzione è raggiungere una spiaggia speciale, provare il ristorante di un resort o fare un trekking su un’isola diversa da quella dove pernottate Awesome Adventures Fiji esaudirà i vostri desideri.

La barca gialla attracca solitamente davanti ai resort, un po’ al largo,.

Le varie strutture offrono un servizio gratuito di trasporto fino alla spiaggia.

Sempre con la stessa compagnia potrete prenotare anche i vari pernottamenti in un unico pacchetto.

Il numero dei cocchi (l’equivalente delle stelle nei nostri hotel) indica i diversi livelli di spesa, scegliete quello che fa per voi.

Se volete vedere altre immagini delle isole Fiji seguiteci su Instagram o cercate l’hashtag #nonsoloisoleallefiji .

Vuoi cambiare isole? Ti portiamo in Madagascar.