State già sognando di trovarvi in uno scenario che ha come sfondo una fila di edifici dal color pastello, mostrando sorridenti all’obiettivo un bicchiere di quel profumatissimo vino caldo e speziato?

Siete pronti ad immergervi nell’atmosfera di Copenaghen?

La risposta è NO!

Non sarete pronti fino a quando non avrete bene a mente tutto quello che c’è da sapere prima di partire!

Scusate… non volevo spaventarvi ma ci sono davvero cose utili da sapere prima di partire.

Copenaghen, appunti utili per il viaggio.

Come spostarsi a Copenaghen.

Come in ogni grande città, anche a Copenaghen c’è la possibilità di acquistare degli abbonamenti ai servizi di trasporto.

Valutate prima con quale modalità approcciarvi alla città prima di procedere all’acquisto, magari non ne avrete bisogno.

Se vi servono delle info utili sugli abbonamenti le trovate qui, sono esaustive e ben dettagliate.

Non mi soffermo sull’utilizzo dei mezzi perché io ho visitato Copenaghen a piedi, non mi pesa camminare e a volte chiudermi in una metro mi da la sensazione di perdermi dettagli importanti della città.

Capisco che non sia sempre possibile mettersi in marcia sulle proprie gambe, per questioni di forma fisica o a causa del meteo oppure ancora se si viaggia con bambini.

Potreste decidere di approcciarvi alla città like a local e quindi noleggiare una bici, è un’idea interessante!

E’ molto semplice e veloce… se avete uno smartphone ed una carta di credito.

Basta scaricare l’app Donkey Republic e seguire le istruzioni.

C’è sempre un piano B se non volete utilizzare la carta e registrarvi sull’app, chiedete info presso la struttura dove alloggerete, sono certa che sapranno darvi indicazioni.

Perchè scegliere di andare a Copenaghen a dicembre? 

Scoprilo qui.

Come raggiungere il centro di Copenaghen dall’aeroporto.

Quasi sicuramente arriverete in aereo ed il modo più veloce per raggiungere la città è il treno.

Si può fare il biglietto direttamente in aeroporto, ci sono diverse biglietterie automatiche, se non avete con voi corone danesi pagherete con carta o con bancomat.

La linea è la M2 che parte dal Terminal 3, impiega circa 20 minuti per arrivare in centro. 

Sono previste diverse fermate, potrete controllare facilmente la vostra impostando su Google Maps l’itinerario verso il vostro albergo.

Cambio valuta, conviene?

Con ogni probabilità non avrete valuta danese appena atterrati perciò per poter pagare il biglietto del treno utilizzerete la carta di credito oppure il bancomat.

Fate i controlli di routine prima di partire: 

  • la carta si appoggia ad un circuito internazionale? (funziona all’estero?)
  • quali sono le commissioni di utilizzo previste per il Paese dove mi sto recando?
  • ho con me i pin?

Sono tutte informazioni facilmente reperibili, fate riferimento alla vostra banca.

Io non ho cambiato 1 euro, sono arrivata in aeroporto in tarda serata e tutti gli uffici di cambio erano chiusi ma NO PANIC! 

Non si è rivelato un problema! 

In Danimarca si paga tutto con carta, anche un caffè.

Nonostante le nostre abitudini a maneggiare contante per le piccole spese, pagare con carta mi ha risparmiato le commissioni sul cambio.

Purtroppo non ho nessuna banconota da aggiungere alla mia collezione di valuta estera.

Piccolo consiglio, annotatevi le spese fatte per non perdere i conti.

Trucchetti per risparmiare sull’alloggio a Copenaghen.

Quando si dice che Copenaghen è cara purtroppo è vero e a pesare sul bilancio del vostro viaggio saranno soprattutto cibo e alloggio.

Hai già letto i miei consigli sulle cose completamente gratuite da fare a Copenaghen?

Per l’alloggio posso consigliarvi di iniziare le vostre ricerche con largo anticipo per poter trovare una soluzione soddisfacente in termini di qualità/prezzo.

Se questo viaggio è frutto di un’occasione presa al volo e non trovate nessun hotel a buon prezzo le scelte sono due: optare per un ostello (molto curati e dall’atmosfera friendly) oppure cercare un appartamento lontano dalle zone di interesse.

L’opzione appartamento è da tenere in considerazione perchè potrebbe ammortizzare i costi se deciderete di consumare qualche pasto in casa (nemmeno le colazioni non sono a buon mercato!).

Controllate le distanze A PIEDI con Google Maps tra l’alloggio ed il centro per avere una percezione più precisa degli spazi, la vostra scelta potrà confermare oppure ribaltare la scelta su come spostarvi… un po’ come a 4 ristoranti!

Fate attenzione per strada!

Si dice che Copenaghen sia la città più bike friendly al mondo, vi basti pensare che il numero di bici supera di gran lunga il numero di auto!

A questi numeri il governo danese ha risposto con infrastrutture ben organizzate, ecco perchè non avrete nessuna difficoltà se deciderete di utilizzare questo mezzo.

Fate attenzione a dove circolate e rispettate la vostra corsia!

Se siete in bici segnalate sempre le vostre intenzioni con le braccia (braccio in alto quando rallentate, a destra o a sinistra quando volete svoltare).

Diversamente se avete optato per altre opzioni ricordate che i ciclisti sono poco indulgenti con i pedoni!

Anche se Copenaghen è una bellissima città e vi verrà spontaneo camminare con il naso all’insù cercate sempre di non scendere dal marciapiede, di non attraversare all’improvviso e di non invadere le piste ciclabili.

Prese, adattatori, cosa portare?

Niente di niente. Nessun adattatore, le prese sono simili alle nostre perciò non troverete nessuna difficoltà a con le nostre spine.

Non so il danese, in che modo mi faccio capire?

Ricordatevi sempre che nei Paesi del Nord Europa l’inglese viene parlato come la lingua madre.

Con l’inglese ve la cavate sempre.

Non comprate l’acqua.

L’acqua del rubinetto è potabile, non acquistatela.

Mettete in valigia una borraccia da poter riempire e portare sempre con voi.

Itinerario di viaggio per Copenaghen.

Quando si hanno pochi giorni a disposizione è sempre consigliato arrivare a destinazione con un “piano di battaglia” ben definito o almeno una traccia da tenere come linea guida per avere un’idea di quello che si vuole (o non si vuole) visitare.

Consigliabile soprattutto se si tratta della prima visita in città o se siete una di quelle persone che visitano un posto una volta e poi mai più, perchè il mondo è grande e va visto tutto!

Se volete prendere spunto qui trovate il mio itinerario di 3 giorni.