8 buoni motivi per organizzare un week end fuori porta alle terme

√ coccole ♥ perchè è bello concedersi qualche coccola ogni tanto;

√ riparo dal freddo perchè è sempre un buon modo per sfuggire al clima invernale;

√ proprietà curative le acque termali hanno diverse proprietà curative a seconda della loro composizione;

√ stop you and keep relax perchè spesso viviamo di corsa tra mille impegni e le mille cose da fare, fermarsi ogni tanto per riprendere fiato non è una cattiva idea, a noi non dispiace;

√ staccare la spina perchè è un posto dove si abbandona per qualche ora lo smartphone ed è come se si entrasse in modalità “aereo”, si rimane per poco lontani da tutto;

√ non pensare per pensare è ciò che accade in conseguenza al punto precedente. A volte c’è bisogno di non pensare, di fermare i pensieri e di svuotare la mente per pensare poi in modo migliore, quasi come una sorta di “om” nello yoga (ovviamente il concetto dell’OM è molto più vasto);

√ mente sana in corpo sano se ti prendi cura del tuo corpo ne gioverà anche la mente;

“Lo sapevate che il concetto espresso da Giovenale mens sana in corpore sano in realtà non era proprio ciò che intendiamo noi ora? Il poeta con questa frase criticava coloro che ritenevano più importanti ricchezza e fama, per lui qualità dannose e non durature, sostenendo che le uniche cose per le quali valesse la pena disturbare gli dei fossero una mente sana ed un corpo sano. L’attività fisica a quei tempi era finalizzata solamente per l’addestramento militare e quindi un modo per controllare il popolo, in poche parole non un concetto positivo.”

 

rigenerarsi  questo è il risultato finale in una mente ed un corpo che vi sembreranno nuovi.

Ogni tanto ricorda di prenderti del tempo per te stesso

Bagno di Romagna

Bagno di Romagna è un piccolo borgo nella provincia di Forlì-Cesena situato nell’Appennino tosco-romagnolo.

Dedicate una mezz’oretta per fare due passi nel centro storico,  è d’obbligo per quanto sia a portata di mano. Tutte le strutture se non sono in centro distano a pochi minuti a piedi e la passeggiata è adatta a tutti.

Dal viale principale immettetevi in Piazza Ricasoli, il cuore del paese, dove vi imbatterete nella Basilica di Santa Maria Assunta per poi proseguire nell’antistante Piazzetta Santa Maria. Poco più avanti troverete Palazzo dei Capitani. Da qui potrete fare un percorso ad anello per le viuzze del borgo che vi riporterà al punto di partenza.

Sarà difficile non rimanere incantati dal fascino del borgo.

Se avete ancora tempo e voglia potrete allungare la passeggiata fino all’altro lato della strada in Via Lungo Savio, c’è un percorso pedonale che affianca il fiume Savio.

Piazza Ricasoli dominata dal campanile della Basilica di Santa Maria Assunta

 

Scorcio del piccolo borgo

 

Palazzo dei Capitani

 

Aria di Natale… questo presepe, fatto di pneumatici, è così carino ed originale che meriterebbe di rimanere anche nelle prossime stagioni

Curiosita’ su Bagno di Romagna

√ Sin dai tempi dei Romani è stato un punto di sosta privilegiato per chi percorreva l’Italia da nord e sud (precisamente nell’epoca romana il tratto da Roma a Ravenna, dove si trovava la seconda flotta militare dell’impero);

√ Con l’Unità d’Italia entrò a far parte della provincia di Firenze ma nel 1923 Mussolini volle includerla nella sua provincia di provenienza, Forlì;

√ Durante la seconda guerra mondiale rientrava nella Linea Gotica ed è stata teatro di sanguinose guerre. Qui è nata una delle prime Repubbliche partigiane; la Repubblica Italiana ha riconosciuto al paese come onorificenza la medaglia d’argento;

√ Antiche leggende narrano di avvistamenti di strane creature… gli Gnomi!

Fiume Savio

Il sentiero degli Gnomi

Si narra che questa zona sia popolata di gnomi e folletti, ci sono state persino testimonianze di avvistamenti di fenomeni magici.

A tutto c’è una spiegazione. Un tempo, quando l’ambiente era ancora selvaggio, molte cose non si conoscevano e l’uomo di fronte agli eventi naturali riusciva a darsi una spiegazione solamente pensando ad essi come eventi misteriosi.

La natura spaventava, era tutto ignoto, dagli eventi più importanti ai rumori più semplici della vita di bosco, tutto veniva inteso come un accadimento surreale.

Da qui nacque la credenza che i boschi fossero abitati dagli Gnomi, i custodi della Natura.

Bagno di Romagna ha fatto di queste leggende una forza dedicando un sentiero alle piccole creature dal cappello rosso.

Il sentiero è a tema, incontrerete cartelli che indicano il percorso con simpatici aneddoti e le  casette degli gnomi, ognuna riportante il nome del padrone di casa.

La passeggiata, di 2 km, è adatta a tutti, grandi e piccoli, e non saprei dirvi chi si divertirà di più, noi siamo tornati bambini!

…. credeteci, vi sembrerà davvero di essere in un posto incantato.

Insomma, Bagno di Romagna è letteralmente un posto da favola.

Se volete informazioni più specifiche potete trovarle in questo sito .

 

Il sentiero è ben visibile da Via Lungo Savio

 

Mappa del sentiero all’ingresso

 

Guarda, ascolta, respira… Entra in silenzio nella natura…

 

Le vedette degli Gnomi

 

Una delle tante casette, questa appartiene allo Gnomo Pinco Pallo

 

Proseguendo lungo il sentiero…

Purtroppo la giornata non era delle migliori, aveva piovuto molto ed il percorso era invaso da rigagnoli d’acqua. Sul sito del Sentiero degli Gnomi era comunque segnalato che ci sarebbero stati dei disagi causa il maltempo.

LE TERME

Vi abbiamo descritto Bagno di Romagna come un piccolo borgo e per questo di hotel con annesso il centro termale ce ne sono pochi, solamente 3.

Noi abbiamo scelto Roseo Euroterme Wellness Resort perché proponeva una buona offerta per una notte in pensione completa con ingresso alle terme ed un trattamento incluso.

L’hotel è facile da raggiungere ed ha un parcheggio adiacente molto ampio.

Ci siamo trovati bene sin da subito, siamo stati accolti con professionalità e gentilezza. Nonostante alla reception vi spiegheranno tutto in modo dettagliato troverete ogni giorno sul bancone il programma della giornata che vi ricorderà gli orari delle piscine, della spa e del ristorante, il meteo previsto e le offerte del giorno.

Ogni giorno ci sono offerte diverse su prodotti o trattamenti.

POLLICE IN ALTO

√ La Spa.

Include una sauna, un bagno turco, un percorso kneipp ed una grotta del sale. Ci sono diversi lettini nelle zone relax e dispenser di tisane ed acqua aromatizzata.

L’accesso ha un costo supplementare di 10€ per l’ingresso di mattina (dalle 10 alle 15) e di 15€ per il pomeridiano (dalle 15 alle 22), per l’intera giornata 25€ .

√ Il ristorante

Tutti i pasti sono serviti a buffet, abbondanti e appetitosi.

La scelta non manca ed è previsto un menù dedicato ai bambini.

√ L’aperitivo in viaggio

Non è incluso nel prezzo, ma se c’è la parola viaggio a noi piace a priori!

Tutte le domeniche il bar all’interno della struttura organizza un aperitivo con buffet a tema, ogni settimana è dedicata ad una regione diversa.

A noi è “toccata” l’Umbria, prossima fermata (la settimana successiva) Toscana! E’ comunque tutto riportato nel programma giornaliero.

√ Il servizio

Gentili, cordiali e professionali… tutti!!! Non è una cosa da poco.

√ La piscina termale

Aperta dalle 9:15 (i festivi 8:30) alle 22:45, se volete fare un bagnetto di sera lo potete fare.

√ Le camere

Pulite, spaziose, ben arredate…. e con sky! (anche sky calcio per i maschietti!)

PICCOLA NOTA DOLENTE

Se proprio proprio vogliamo trovare un difetto, ecco, la piscina interna non è molto grande perciò se vi troverete qui in una giornata piovosa e magari durante un giorno festivo l’ambiente potrebbe starvi un po’ stretto e vi ritroverete tutti confinati in questa piccola zona.

Potrete trovare salvezza nella spa, sicuramente meno affollata perché l’accesso ha un costo a parte.

La piscina esterna è più grande.

Rispetto al livello dell’hotel ci aspettavamo qualcosa in più sinceramente a livello di estetica e di idromassaggi.

Piscina lato esterno

 

Piscina lato interno

COSA FARE NEI DINTORNI

√ Nordic Walking

Chiedete in hotel consigli sui sentieri da percorrere se volete farlo in autonomia (sono comunque segnalati) altrimenti vengono organizzate partenze di gruppo. Potrete noleggiare i bastoncini a 2€ a persona.

√ Mountain Bike

Ci sono vari percorsi (accessibili anche a piedi) che raggiungono zone disabitate in affascinanti angoli di montagna.

√ Diga e lago di Ridracoli (distanza 30km)

Bacino artificiale dalla vista suggestiva, c’è un ristorante ma la zona è attrezzata anche per i pic-nic.

√ Riserva di Sasso Fratino

Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco comprende una vasta area di 800 ettari la cui foresta ha quasi 500 anni di vita. Qui è stato costituito il primo parco nazionale dell’Emilia Romagna.

√ Camaldoli (distanza 70 km)

Famosa per essere una comunità di monaci benedettini che vivono immersi nella foresta, per il suo monastero e per l’antica farmacia dove potrete acquistare i loro prodotti (cosmesi e alimentari).

√ Pietrapazza (distanza 30 km)

Uno dei tanti paesi un tempo abitati da pastori e boscaioli ed ora disabitati. Affascinanti il paese ed i puoi punti panoramici.

√ Lago Pontini

Per un pranzo vista lago.

Diciamo che al territorio non manca la varietà, speriamo di avervi dato un buono spunto per organizzare la vostra fuga nel week end.

Giada e Isacco.