PERCHE’ BERLINO.

Berlino è una meta molto gettonata per tanti motivi, oltre ad avere un suo fascino ed una sua storia, è molto facile raggiungerla.

Sono molte le Compagnie, anche low cost, che collegano l’Italia alla capitale tedesca e, cosa da non sottovalutare, è una città che offre tante opportunità in budget.

Per questo anche se ci si è già stati ci si torna, 3 giorni possono essere sufficienti per visitare le principali attrazioni ma non basterebbero per conoscere Berlino fino in fondo.

Se è la vostra prima volta a Berlino questo post potrebbe esservi utile per prendere qualche spunto su come organizzare il vostro viaggio e raggiungere tutto ciò che è assolutamente da vedere in 3 giorni.

Se vi avremo ispirato non vi rimarrà che rimanere affacciati alla finestra ed aspettare una buona offerta sui voli e partire!

DESTINAZIONE BERLINO.

Siamo partiti da Verona con la Ryanair cercando di stipare nel bagaglio a mano tutto ciò che ci sarebbe potuto servire in 3 giorni.

L’aeroporto di Verona non è il più vicino a noi ma il costo dei voli era sicuramente più conveniente tenuto conto anche di quanto avremmo speso per benzina, autostrada e parcheggio.

Per questo vi consigliamo di controllare le partenze non solo dall’aeroporto a voi più vicino ma anche da quelli che potrebbero essere abbastanza facili da raggiungere in termini di tempo e di spesa.

ITINERARIO DI 3 GIORNI.

Come in qualsiasi altro posto 3 giorni potrebbero bastare per vedere le principali attrazioni ma non per un’esplorazione completa della città … ma da qualche parte bisognerà pur iniziare!

A volte capita che pur di incastrare tutto corriamo come dei matti per raggiungere ogni angolo della città ma ricordatevi di quanto abbiamo scritto nelle prime righe del post, Berlino è facilmente raggiungibile e se non riuscirete a visitare proprio tutto potrà essere una buona scusa per tornare.

GIORNO 1.

MATTINO

Reichstag

Porta di Brandeburgo

Holocaust Mahnmal

Tiergarten

POMERIGGIO

Checkpoint Charlie

Judisches Museum

Prenotate con anticipo l’ingresso (gratuito) alla cupola del Reichstag sul sito www.bundestag.de per riuscire a godere di una bella panoramica su Berlino non appena arrivati. Sono disponibili, sempre gratuitamente, delle audioguide che vi daranno alcune informazioni sull’edificio, sede del governo tedesco.

Dirigetevi verso uno dei simboli di Berlino, la Porta di Brandeburgo e proseguite verso l’Holocaust Mahnmal, il monumento commemorativo alle vittime ebree d’Europa.

Attraversate questo labirinto di stele in silenzio, è probabile che veniate catturati da una sensazione strana, simile ad un senso di disorientamento o oppressione.

Se siete interessati potete visitare il centro informativo, l’Ort der Information.

Potete proseguire per Gertrud Kolmar Strasse per vedere il bunker di Hitler (visitabile solo dall’esterno) oppure immergetevi nel Tiergarten, magari per un pic nic.

Il parco è molto grande, potreste noleggiare una bici per accorciare i tempi.

A seconda del tempo a vostra disposizione e del vostro livello di stanchezza valutate se raggiungere il CheckpointCharlie ed il Judisches Museum che richiede, se visitato con il noleggio dell’audioguida, un paio di ore. L’ultimo ingresso è un’ora prima della chiusura in ogni caso (mart-dom 10-20, lun 10-22).

Porta di Brandeburgo

Holocaust Mahnmal

Tiergarten e lo Zoo di Berlino visti dall’alto

GIORNO 2.

MATTINO

Gendarmenmarkt

Isola dei musei

Alexanderplatz

POMERIGGIO

Schloss – Park Sassouci

Bikini Berlin

Iniziate la giornata a Gendarmenmarkt, probabilmente la piazza più bella di Berlino.

Proseguite, a piedi o in autobus se avete voglia di guardarvi un po’ intorno, verso l’isola dei musei.

Questa zona è letteralmente un’isola del fiume Sprea e contiene 5 tra i musei più datati di Berlino (costruiti tra il 1824 ed il 1930), degno di nota è il Pergamonmuseum e la sua famosa Porta di Ishtar.

Qui ha la sua dimora anche la splendida Berliner Dom (Duomo), se avete voglia salite per godervi il panorama.

Ora vi mettiamo davanti ad un bivio, potreste decidere di seguire il nostro itinerario oppure optare per un tour in battello godendovi Berlino dallo Sprea in relax. La durata è di circa un’ora ed i battelli partono dalla zona est dell’isola dei musei all’altezza del DDR Museum.

Se decidete di proseguire vi facciamo raggiungere Alexanderplatz, piazza non affascinante quanto famosa ma comunque da vedere per farvi una vostra opinione personale.

Qui vi aspettano Fernsehturm, (la torre della televisione, comprate i biglietti online per evitare la coda se avete intenzione di salire per ammirare il panorama), Urania Weltzeituhr (l’orologio del tempo del mondo) e Brunnen der Völkerfreundschaft (fontana dell’amicizia tra i popoli).

Da Alexanderplatz prendete la linea metro S7 fino a Potsdam per visitare Schloss e Park Sanssouci (tempo di percorrenza 40 minuti, il biglietto deve essere valido anche per la zona C), dichiarato nel 1990 dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Tornando verso il centro di Berlino fermatevi alla stazione Zoologischer Garten per raggiungere il Monkey Bar, vicino al Bikini Berlin, per un aperitivo con un vista a 180°, ve lo siete meritati.

Da qui si vedono lo Zoo di Berlino e il Kaiser Wilhelm Gedachtniskirche ed il suo campanile semi abbattuto durante la seconda guerra mondiale.

Per chi di voi ha optato per il giro in battello proponiamo una visita a Potsdamer Platz.

 

La fontana dell’amicizia tra i popoli ad Alexanderplatz

L’orologio del tempo del mondo e la torre della rete televisiva ad Alexanderplatz

Park Sanssouci

Sullo sfondo il Kaiser Wilhelm Gedachniskirche

GIORNO 3.

MATTINO

East Side Gallery

Oberbaumbrucke

POMERIGGIO

Mauerpark

Gedenkstatte Berlin Mauer

Il terzo giorno vogliamo prendercela con più calma e magari alcuni di voi avranno già il volo di ritorno.

Ci dirigiamo perciò dritti dritti (e finalmente) verso la East Side Gallery per ammirare una tra le più famose gallerie d’arte a cielo aperto. Vari artisti sono stati chiamati per dipingere la loro versione di ciò che in realtà è stato quel muro, si alternano messaggi di pace, richiami alla politica o alla sofferenza di quegli anni.

Qui trovate qualche curiosità sul Muro di Berlino.

Se siete fortunati ed è una bella giornata, godetevi il sole sulla striscia di prato che costeggia lo Sprea oppure in uno dei localini vicini.

Quando vi sentirete pronti a ripartire camminate verso il ponte Oberbaumbrucke ed attraversatelo, sul lato opposto, lungo Skalitzer Strasse, ci sono altri murales abbastanza famosi dipinti su alcuni edifici (Pink Man, Yellow Man, Rounded Head).

Arrivate in metro fino a Eberswalder Str. per raggiungere il Mauerpark che di domenica da il meglio di sé.

Qui si radunano tantissimi giovani, non solo turisti ma anche locali, per godersi il parco, organizzando un barbecue, chi semplicemente rilassandosi ascoltando chi suona o chi mette in scena spettacoli di magia.

Resistete alla fame e pranzate qui, ci sono stand gastronomici da far venire l’acquolina.

Vale la pena fare un giretto anche nella zona dove è allestito il mercatino vintage, se vi piace lo stile non perdetevelo!

E se avete ancora un po’ di tempo fate una scappata Gedenkstatte Berliner Mauer per vedere ancora qualche resto del muro e del tunnel di fuga.

Noi non ci siamo riusciti perché il nostro tempo qui a Berlino era terminato, sarà uno dei tanti motivi per i quali torneremo sicuramente.

A tal proposito avete qualche consiglio su Berlino?

Lasciateci un commento, saremo felici di prendere spunto dalle vostre esperienze.

East Side Gallery.

Relax sul lungofiume dello Sprea

Oberbaumbrucke

Se siete a Berlino di domenica una sosta al Mauerpark è d’obbligo

Mercatini vintage @ Mauerpark

Se sei alla ricerca di uno spunto per una fuga nel week end in un’altra capitale europea dai un’occhiata a questo post!