L’Australia è una destinazione presente nelle travel bucket list di tanti viaggiatori e rappresenta un’idea di viaggio molto ampia data dalle tante opportunità che puo’ offrire.

Se pensate all’Australia come alla vostra prossima meta ci sono delle cose che sarebbe opportuno sapere ancor prima di acquistare il volo.

L’elenco che stiamo per fare è generico e potrà servirvi per avere un’infarinatura generale su come prepararsi per un viaggio in Australia.

VISTO TURISTICO E PASSAPORTO.

Come sempre controllate la validità del vostro passaporto, se sta per scadere organizzatevi in tempo per rinnovarlo.

In questo caso la data di scadenza non deve essere inferiore ai 6 mesi.

Controllate anche lo stato del passaporto, deve essere integro e ben leggibile.

Sono cose ovvie, lo sappiamo, siamo sicuri che siete bravi e precisi, vogliamo solo assicurarci che non avrete intoppi in aeroporto, in Australia i controlli sono molto severi.

Per entrare nella terra dei canguri è necessario un visto turistico che potrete richiedere anche da soli su internet.

Dato che il visto è soggetto ad un’autorizzazione consigliamo di richiederlo almeno 2 settimane prima della partenza, se potete fatelo anche prima.

Il sito dove richiederlo lo trovate qui, scegliete l’eVisitor (651), l’unico gratuito per intenderci.

La durata del visto è di 12 mesi all’interno dei quali avrete la possibilità di sostare nel territorio australiano per un massimo di 3 mesi alla volta.

Vi ricordiamo che si tratta di un visto turistico e che non vi sarà permesso di lavorare, non furbeggiate perché le norme sono davvero severe qui, meglio seguire le regole!

Ricordatevi di controllare lo stato della vostra richiesta che solitamente arriva in 24/48 ore, se è in stato GRANTED allora potete iniziare a preparare le valigie in tutta serenità.

I dati vengono registrati negli archivi elettronici e per questo non ci è stato richiesto di esibirlo ma per sicurezza l’abbiamo stampato e portato con noi.

COSA NON PORTARE IN AUSTRALIA.

In Australia non è consentito introdurre una serie di prodotti, sia di origine animale che vegetale, per la tutela del proprio ecosistema.

Poco prima di atterrare gli assistenti di volo vi consegneranno la carta del passeggero che dovrete compilare rispondendo ad alcune domande riguardanti anche il contenuto del vostro bagaglio.

Per semplicità di tutti vi anticipiamo una copia in italiano da poter consultare in anticipo.

Purtroppo è l’unica che abbiamo trovato ma siamo quasi certi che sia stata aggiornata.

A gennaio infatti, quando è toccato a noi compilarla, tra le domande veniva richiesto anche se portavamo con noi oggetti in legno ed il livello del tabacco è diminuita da 50gr a 30 gr.

DICHIARA!

Seguiamo la linea del video trasmesso ripetutamente in aereo che caldeggia di dichiarare tutto, anche quando si è in dubbio, meglio dichiarare.

Le multe per omissione possono essere molto salate e si rischia anche una denuncia, non esattamente il modo in cui si sogna di iniziare una vacanza insomma!

Leggete l’elenco delle cose da dichiarare direttamente dal sito del governo.

ORGANIZZA BENE IL TUO TEMPO E CALCOLA LE DISTANZE.

L’Australia è davvero enorme e l’itinerario da seguire dipenderà della durata del vostro viaggio.

ROAD TRIP.

Se potete concedervi molto tempo potreste valutare di spostarvi in auto oppure con un minivan in stile hippie, sarebbe il nostro sogno!

TRENO.

Ci sono anche delle tratte interessanti da fare in treno, il noto Ghan che attraversa l’Australia da nord a sud oppure l’Indian Pacific Railway che percorre la tratta da Sydney a Perth sono solo alcuni esempi.

VOLI INTERNI.

Ma se il tempo a vostra disposizione non è superiore alle due settimane e non vi accontentate di rimanere confinati in un’unica zona dovrete ricorrere ai voli interni.

FUSO ORARIO IN AUSTRALIA.

Per rendere ancora meglio l’idea della sua grandezza, l’Australia è attraversata da ben 3 fusi orari suddivisi come segue:

Western Standard Time + 7 (+6 quando in Italia è in vigore l’ora legale);

Central Standard Time che comprende il South Australia a +7.30 (+9.30 quando in Italia vige l’ora legale ma dato che il periodo tra i due stati non combacia dobbiamo considerare +8.30 ad ottobre e durante la prima settimana di aprile) ed il Nothern Territory a +8.30 (+7.30 quando in Italia c’è l’ora legale);

Eastern Standard Time +8 (+10 quando in Italia c’è l’ora legale, +9 ad ottobre e la prima settimana di aprile.

Insomma è un po’ un caos per noi che siamo abituati ad avere massimo due fusi orari nel nostro continente!

Non a caso abbiamo sempre aspettato che i telefoni si aggiornassero da soli per venirne a capo meglio!

VALUTA E MEZZI DI PAGAMENTO.

La valuta è il dollaro australiano.

Non ci saranno problemi a trovare centri di cambio e la carta di credito è accettata praticamente ovunque.

Non abbiamo particolari segnalazioni da fare in questa sezione.

VACCINI. IN AUSTRALIA.

Non è obbligatorio fare nessun vaccino in particolare.

Se siete dei donatori di sangue ed avete intenzione di visitare la parte dell’Australia a nord dell’equatore potreste dover aspettare 6 mesi dal vostro rientro prima di donare.

In qualsiasi caso consultate un medico.

QUANTO COSTA LA VITA IN AUSTRALIA?

Come al solito è tutto relativo, dipende da quali sono le vostre abitudini in viaggio.

Ci sono varie fasce di prezzo sia per i soggiorni che per quanto riguarda i ristoranti ma niente di eccessivamente economico, soprattutto nelle grandi città.

Diciamo che stando nella media, anche se il dollaro australiano è debole rispetto all’euro, i costi sono leggermente superiori rispetto a quanto siamo abituati a spendere in Italia.

Se viaggiate in gruppo paradossalmente in alcune occasioni potreste risparmiare come ad esempio affittando un appartamento oppure condividendo un taxi privato (meglio noto come Uber, scaricate l’app!) anziché prendere la metro.

La nostra casa a Sydney.

ANDARE A CENA FUORI.

Fatte salve rare occasioni, in Australia si cena presto, anche nelle città più turistiche e che sembrano non dormire mai.

Se dovete mangiare fuori vi consigliamo di non presentarvi al ristorante dopo le 21:30-22 altrimenti troverete le cucine chiuse.

Nelle zone centralissime di Sydney o nelle catene di fast food in generale gli orari sono più elastici.

Cena fugace a Melbourne, ecco come va a finire se uscite tardi la sera.

ANIMALI PERICOLOSI.

L’Australia è l’habitat degli animali più pericolosi del mondo, è vero.

Vogliamo tranquillizzarvi dicendovi che nella normalità non è poi così facile incontrarli, va un po’ meglio adesso?

Un consiglio spassionato: se siete in spiaggia e non vedete nessuno che nuota al largo, limitatevi a stare vicino alla riva come fanno i locali, non si sa mai.

Un pericolosissimo esemplare di pappagallo australiano.

I CONSIGLI DI ALTRI BLOGGERS SULL’AUSTRALIA.

Perché non prendere ispirazione anche dai nostri amici bloggers che vivono qui o che hanno viaggiato l’Australia in lungo ed in largo per organizzare un itinerario perfetto?

Vi presentiamo Tips4Trips in giro tra Australia e Tasmania già da qualche mese, La Tartaruga Volante e Lucy The Wombat, entrambe già in pianta stabile in Australia da un po’ più di tempo.

Dani e la sua famiglia gluten free di Noi con le valigie ci raccontano come sono riusciti a raggiungere 6 diverse aree dell’Australia in 4 settimane.

Se avete intenzione di viaggiare in camper vi lasciamo nelle mani di Travel Gudu, Virginia e Leonardo hanno attraversato l’Australia da sud a nord proprio in questo modo.

E quella Marinaia in viaggio di Marina ha pubblicato un dettagliato diario di viaggio, consultatelo per trarne nuove idee.

Flavia di Case Prepara la valigia nel suo post ci racconta anche di un’esperienza fatta in treno.

E se invece pensate alla Tasmania ci pensa Gloria di Vagabondainside a darvi qualche dritta.

A proposito di itinerari australiani avete già letto il nostro articolo sui Grampians?

Ringraziamo tutti i nostri amici bloggers che hanno accettato di lasciare il loro contributo in questo post. Condividere le esperienze ci aiuta a crescere e noi vogliamo crescere insieme a tutti voi.